#IODONO: il Comune lancia una raccolta fondi solidale - Comune di Sala Baganza

archivio notizie - Comune di Sala Baganza

#IODONO: il Comune lancia una raccolta fondi solidale

#IODONO: il Comune lancia una raccolta fondi solidale

#IODONO: il Comune lancia una raccolta fondi solidale

Tante le famiglie salesi messe economicamente alle strette dall’emergenza Coronavirus. Famiglie che si sono improvvisamente ritrovate in situazioni di difficoltà inimmaginabili fino a qualche settimana fa: difficoltà a fare la spesa, a pagare l’affitto o le bollette. Oppure famiglie che, a causa delle limitazioni dei servizi conseguenti alle misure restrittive varate dal Governo, hanno dovuto intensificare l’assistenza a domicilio per i propri anziani o disabili. 

Il Coronavirus ha portato alla nascita di nuovi bisogni economici e sociali, destinati purtroppo a protrarsi nel tempo, e che necessitano di nuove forme di solidarietà. E la solidarietà, i salesi, ce l’hanno nel DNA, come testimoniano le numerose iniziative messe in campo in questi giorni da associazioni di volontariato, imprese e semplici cittadini. Per questo, la Giunta comunale di Sala Baganza, di concerto con gli altri Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense, ha lanciato una raccolta fondi da destinare alla solidarietà alimentare e per far fronte alle tante situazioni di bisogno. Ogni cittadino, azienda o associazione che potrà e vorrà dare un suo contributo, oltretutto fiscalmente detraibile, potrà versarlo in assoluta sicurezza sul conto corrente aperto presso l’Istituto tesoriere, Cariparma di Parma e Piacenza – Crédit Agricole- codice IBAN IT21C0623065891 000057397319.

Per poter usufruire della detrazione d’imposta, prevista sia per le persone fisiche sia per le imprese, è necessario indicare nella causale di versamento, oltre al codice fiscale del versante, la dicitura “Emergenza Covid 19”.





 

«Questa raccolta fondi, sulla quale siamo stati anche sollecitati direttamente dai cittadini e dalle associazioni, è uno strumento nuovo – sottolinea il sindaco di Sala Baganza Aldo Spina –. Strumento che, insieme agli altri che sono stati già attivati, consentirà di aumentare la capacità di risposte efficaci ai bisogni della nostra comunità per far fronte a questa inedita situazione di crisi che fino a poche settimane fa non si poteva nemmeno immaginare. Attraverso le loro donazioni, i cittadini potranno dare un ulteriore segnale della loro straordinaria generosità e sensibilità. Anche l’importo più piccolo sarà fondamentale per il valore simbolico e sostanziale che assumerà agli occhi di chi sta vivendo una condizione di difficoltà assolutamente inedita». 

L’amministrazione comunale garantirà la massima trasparenza sulla raccolta e gestione dei fondi, attraverso una puntuale rendicontazione pubblica sulla home page del sito www.comune.sala-baganza.pr.it e nella sezione “Amministrazione Trasparente” delle spese sostenute. 

«I bisogni - commenta l'assessore alla sanità e servizi sociali Giuliana Saccani - saranno tanti e diversi a causa del fermo di tante attività, dell'attivazione della cassa integrazione per tanti lavoratori che non stanno percependo compensi da inizio emergenza, dalla ripresa di attività con conseguente necessità di affidare i bimbi che non possono frequentare i servizi educativi. Abbiamo assistito ad una potenziata solidarietà alimentare con possibilità di soddisfare le richieste di cittadini e famiglie in difficoltà: diverse attività alimentari stanno donando prodotti  che permettono di preparare pacchi alimentari da parte di quelle organizzazioni che hanno sempre svolto questo servizio sul territorio come Pedemontana Sociale e la Parrocchia. Il fondo vorremmo poterlo impegnare parte per cittadini e famiglie in difficoltà e parte per attività che hanno subito un fermo lavorativo e si trovano a riprendere con particolari prescrizioni da rispettare. Sappiamo che la generosità della nostra comunità è sempre stata abbondante per questo ringraziamo tutti e siamo certi che una ripresa dignitosa sarà possibile. Si ringraziano tutti coloro che hanno già fatto dono di un contributo al fondo di solidarietà comunale: tutti contributi preziosissimi che dimostrano un amore speciale per la comunità».


Le parole di chi ha donato: Franco Ceresini del gruppo alpini di Sala Baganza


 

 

 

Le parole di Dino Fraboschi,  presidente del circolo anziani di Sala Baganza "Ivo Vespini"




Le parole di Ginetto Daglialberi, presidente AVIS di Sala Baganza




NORME SPECIFICHE PER LA DETRAZIONE

Incentivi fiscali per erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

L’art. 66, comma 1, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18:

1. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

2. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell’anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d’impresa, si applica l’articolo 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133. Ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, le erogazioni liberali di cui al periodo precedente sono deducibili nell'esercizio in cui sono effettuate. 3. Ai fini della valorizzazione delle erogazioni in natura di cui ai commi 1 e 2, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 3 e 4 del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 28 novembre 2019. 4. All'onere derivante dall'attuazione del presente articolo si provvede ai sensi dell’articolo 126


Pubblicato il 
Aggiornato il