Coronavirus: la situazione, le iniziative di solidarietà e i nuovi servizi attivati - Comune di Sala Baganza

archivio notizie - Comune di Sala Baganza

Coronavirus: la situazione, le iniziative di solidarietà e i nuovi servizi attivati

Coronavirus: la situazione, le iniziative di solidarietà e i nuovi servizi attivati

Coronavirus: la situazione, le iniziative di solidarietà e i nuovi servizi attivati

Negli ultimi giorni crescono i motivi di speranza, visto che si è registrata una lieve inversione di tendenza e l’andamento della diffusione del contagio sta dando qualche debole segnale di flessione, aumentano le guarigioni e diminuiscono in parte gli accessi al Pronto soccorso e le chiamate all’Assistenza Volontaria. Siamo però solo agli inizi, nessuno si illude che l’emergenza stia per finire, le persone che si ammalano sono ancora troppe, così come sono inaccettabili le perdite dei cari e degli amici che ancora siamo costretti a registrare quotidianamente. Questo significa che non possiamo abbassare la guardia e che ancora dobbiamo usare tutte le precauzioni richieste e rispettare le regole previste dai decreti e dalle ordinanze.

 

Occorre dimostrare tutto il nostro rispetto alle famiglie in difficoltà e a quelle che hanno perso una persona amata; dobbiamo portare rispetto ai medici e al personale sanitario, che stanno affrontando in prima linea questa emergenza; dobbiamo portare rispetto a tutti i lavoratori delle farmacie, dei supermercati, dei piccoli negozi (alimentari, edicole), delle tante attività commerciali e produttive, delle poste e delle banche, che non fermano la loro attività perché considerate di fondamentale importanza; è doveroso rispettare le forze dell’ordine, i dipendenti dei servizi sociali, i dipendenti pubblici e quelli privati, i volontari, insomma, tutti coloro che stanno letteralmente tenendo unito il nostro Paese, così come è doveroso portare rispetto a coloro che stanno subendo ricadute economiche importanti e che in questo momento guardano con apprensione al loro futuro.

 

Il modo che abbiamo per dimostrare il nostro rispetto è appunto la capacità di adeguarsi a quanto ci viene richiesto e il dare una mano dove e come è possibile, facendo, ognuno, la propria parte.

Oppure, ancora, è testimoniare la bellezza di questa comunità che ogni giorno sorprende per la sua coesione, per la solidarietà, per il senso di responsabilità e per la dignità con cui sta affrontando questa situazione.
Il Gruppo Escursionistico Salese, ad esempio, ha deciso di donare l’intero incasso del Winter Trail all’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala e Felino, mentre l’ANPI ha versato una parte importante delle proprie risorse alla struttura ospedaliera di Parma. Le donazioni di sangue raccolte dall’AVIS di Sala il 25 marzo sono state tantissime (22 donazioni e 6 idoneità) e i volontari, al termine della giornata, erano esausti ma felici per questa grande testimonianza di solidarietà. L’istituto Comprensivo L. Malaguzzi, di cui fanno parte anche le scuole di Sala Baganza, ha messo a disposizione dei PC portatili per i ragazzi che ne erano sprovvisti, in modo che tutti possano seguire le lezioni a distanza nel migliore dei modi. L’Associazione Calabria & Friends è intervenuta con una cospicua donazione a favore della terapia intensiva di Parma. Ancora prosegue il contributo fondamentale del volontariato per garantire il servizio di orientamento davanti alla Casa della Salute allestito dalla Protezione civile con il supporto di AVIS ed ENIGMA e per la consegna a domicilio dei farmaci e della spesa organizzata dall’Azienda pedemontana sociale (dall’11 marzo ben 176 consegne!). Sempre l’Azienda pedemontana sociale prosegue nel proprio sforzo di tenere costantemente “agganciate” le persone e le famiglie in temporanea difficoltà e continua a garantire il servizio di supporto psicologico e le attività a distanza per le persone con disabilità, mentre gli sportelli sociali rimangono aperti seppure su appuntamento. Proseguono, inoltre, le consegne a domicilio da parte di tantissimi negozi del territorio, utili per le persone non autosufficienti o a casa in quarantena.

Il modo per concretizzare il nostro rispetto, infine, è anche il coraggio di aiutare e di farci aiutare, consapevoli delle nostre debolezze e delle nostre difficoltà e soprattutto del fatto che da questa emergenza si uscirà soltanto insieme: si invitano tutti i cittadini a segnalare le situazioni di difficoltà di cui sono a conoscenza o nelle quali sono coinvolti, così che tutte le forze della nostra comunità, ognuno per quel che può fare, siano messi nelle condizioni di attivare questa straordinaria rete di aiuti.

 

 

Ancora una volta, poi, si segnalano alcuni servizi attivati più di recente e si dà comunicazione di alcuni avvisi importanti:

  • Utilizzate lindirizzo mail per richiedere le ricette e le prescrizioni mediche s.m.salabaganza@gmail.com e ricordate che è possibile attivare il fascicolo sanitario elettronico per sé e i propri cari anche via mail, contattando l'ufficio multifunzione del Comune che vi guiderà nelle operazioni necessarie per l’attivazione (0521.331311/320 - urp@comune.sala-baganza.pr.it).
  • La validità dei documenti di riconoscimento e delle carte d’identità rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza, è prorogata al 31 Agosto 2020.
  • Governo e Regione hanno messo in campo misure specifiche a sostegno del settore produttivo in difficoltà e per garantire continuità di reddito. Il decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020 - il “Cura Italia” - ha introdotto misure di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese. Presto verranno definite le modalità operative per accedervi (per informazioni, è possibile scrivere a imprese@regione.emilia-romagna.it). La Regione, inoltre, ha preparato un vademecum per supportare le imprese manifatturiere dell’Emilia-Romagna.
  • L’ufficio postale di Sala Baganza di via Vittorio Emanuele II resterà aperto per tre giorni alla settimana: martedì, giovedì e sabato. Poste Italiane ha anche comunicato il calendario per l’erogazione delle pensioni, che avverrà scaglionando i cittadini beneficiari a seconda dell’iniziale del cognome.
  • Pedemontana sociale ha attivato il servizio per la consegna di generi alimentari e farmaci a domicilio, potenziando allo stesso tempo i servizi di assistenza domiciliare, riservato esclusivamente alle persone dai 65 anni in su o con disabilità certificata, oppure in quarantena, che non abbiano la possibilità di farsi consegnare farmaci o spesa dai familiari, perché residenti in altro Comune oppure perché a loro volta in quarantena o appartenenti a categorie a rischio. Il servizio è coordinato dalle operatrici del taxi sociale che rispondono dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13, ai numeri 0521 307117, 0521 307121 e 0521 307111, ed è reso possibile grazie all’impegno dei dipendenti dell’azienda alla responsabilità e alla solidarietà dei volontari.

  • Da lunedì 23 marzo è possibile ottenere l'identità digitale, che dà accesso anche al Fascicolo Sanitario Elettronico, con il riconoscimento facciale tramite webcam [LINK].
  • È possibile continuare a fruire dei servizi bibliotecari benché la Biblioteca sia fisicamente chiusa attraverso EmiLib - Emilia Digital Library, il servizio gratuito delle province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Parma e Piacenza, per prestiti di ebook, riviste e quotidiani italiani o stranieri, audiolibri, musica e altro materiale multimediale. Se si risiede o se si ha il domicilio in provincia di Parma è possibile richiedere l’iscrizione a Emilib contattando  civica@comune.parma.it:
  • Iren ha comunicato le modifiche alla modalità di conferimento dei rifiuti domestici, differenziando le modalità di raccolta per coloro che sono positivi al CORONAVIRUS o in quarantena obbligatoria da tutte le altre utenze in cui non sono presenti soggetti positivi, in isolamento o in quarantena obbligatoria [VEDI LINK]
  • I Cimiteri saranno chiusi fino a data da destinarsi, nei capoluoghi e nelle frazioni di tutti i comuni dell’Unione Pedemontana Parmense. Con un’ordinanza emanata dai sindaci, è stato deciso di vietare l’accesso ai visitatori, fatta salva la possibilità di ingresso, fino ad un massimo di cinque persone, per il ricevimento, l’accompagnamento del feretro e le operazioni di tumulazione e inumazione. Per il cimitero di Sala Baganza, le concessionarie del servizio assicureranno l’accesso agli uffici soltanto ad una persona alla volta e unicamente per il disbrigo di pratiche urgenti e indifferibili.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il