Open      

Open d’Italia disabili: il golf per tutti a Sala Baganza

Open d’Italia disabili: il golf per tutti a Sala Baganza

A Sala Baganza il golf è veramente per tutti. Il percorso “La Rocca” del Golf del Ducato ha infatti ospitato, dal 16 al 17 maggio, la 19esima edizione degli Open d’Italia Sanofi Genzyme riservati alle persone disabili.

Una competizione giocata su 36 buche aperta a tutte le tipologie di disabilità, all’insegna del divertimento e dell’inclusione, inserita a pieno titolo nel progetto “Ryder Cup 2022”, che fra tre anni vedrà i green italiani ospitare il più grande torneo di golf a livello mondiale.

Trentanove sono stati i golfisti che con fair-play si sono datti battaglia fino all’ultimo colpo. La vittoria finale nella categoria meda scratch è andata a Tommaso Perrino, mentre nella categoria pareggiata ha trionfato Riccardo Bianciardi. Sul gradino più alto del podio nella seconda categoria è invece salito Edoardo Biagi, già coordinatore del Settore Attività Paralimpica della Federgolf. Premi speciali di categoria a Mirko Ghiggeri (Sensory), al portoghese José Pedro Sotomayor (Wheelchair) e a Luisa Ceola (Prima Lady).

Alla premiazione hanno preso parte Franco Chimenti, presidente FIG; Gian Paolo Montali, direttore generale del Progetto Ryder Cup 2022; Stefano Frigeri, presidente del Comitato Regionale FIG Emilia-Romagna; Marcello Cattani, direttore della Divisione Oncologia di Sanofi Genzyme; Raimondo Meli Lupi di Soragna, presidente del Golf del Ducato e Aldo Spina, sindaco del Comune di Sala Baganza che ha patrocinato l’evento.

«Ho visto grande entusiasmo– ha commentato il presidente federale, Franco Chimenti –e sono davvero felice di poter premiare degli atleti straordinari. Il golf si adatta perfettamente alle esigenze di persone che convivono con la disabilità. È molto importante che lo sport faccia sentire la propria vicinanza al mondo paralimpico, svolgendo un ruolo sociale, confermandosi strumento di educazione e straordinario catalizzatore di valori universali positivi».

«Siamo molto contenti che gli organizzatori di questa importante manifestazione abbiano pensato a Sala Baganza – ha sottolineato il sindaco Spina – Ancora una volta abbiamo avuto l’occasione di ospitare un grande evento di sport per tutti, confermando quella che per la nostra comunità è una sorta di vocazione. E ancora una volta – ha concluso il primo cittadino – è emersa la qualità delle nostre strutture e del contesto in cui sono inserite, che hanno ricevuto un plauso generale».

Pubblicato il mercoledì 29 maggio 2019
Aggiornato il lunedì 3 giugno 2019