Open      

Sala Baganza: 134 eventi, tutti in un libretto

Sala Baganza: 134 eventi, tutti in un libretto

Spettacoli, sagre, festival, concerti e tornei sportivi.
Anche quest’anno, tante, per la precisione 134, iniziative organizzate e realizzate dalle instancabili associazioni di salesi in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Un calendario ricco di appuntamenti che si snoderà su 180 giorni, messo nero su bianco nell’ormai tradizionale libretto “Eventi a Sala Baganza”curato dalla Pro Loco, riuscita ancora una volta nell’impresa titanica di dare alle stampe uno strumento prezioso a disposizione dei turisti.

La“guida cult”, che contiene anche diverse informazioni di carattere generale – dal “Dove dormire” al “Dove mangiare”, passando per i numeri di telefono da chiamare in caso di necessità – è stata presentata nella mattinata di sabato 9 marzo in Rocca Sanvitale dal sindaco Aldo Spina, dal vicesindaco con delega ai Rapporti con l’associazionismo Giovanni Ronchini, dall’assessore al Turismo Cristina Merusi, dal presidente della Pro Loco Aldo Stocchi e da Patrizia Ronchini dello IAT di Sala Baganza.

«Con questa guida si rinnova un rito – ha sottolineato il sindaco – Si tratta infatti di una pubblicazione dalla tradizione ormai consolidata, ma che non bisogna dare affatto per scontata. Pubblicazione che oltre a rappresentare il frutto di uno sforzo encomiabile e di grande complessità da parte della Pro Loco, testimonia la capacità dei soggetti che operano sul nostro territorio di lavorare in rete. Un valore aggiunto per la nostra comunità che ha consentito di mettere a punto un’offerta qualitativamente e quantitativamente molto alta, di cui la Rocca è il fulcro, ma che coinvolge anche il nostro Centro feste e le frazioni».
Frazioni come Maiatico, Talignano e San Vitale, quest’ultima rilanciata dall’attivissimo Comitato civico locale.

«Questa guida è una “chicca” per Sala Baganza e per la provincia – ha aggiunto orgoglioso il numero uno della Pro Loco Stocchi –. Viene consultata tantissimo, anche digitalmente attraverso i siti, ed è uno strumento importante per lo sviluppo del territorio. Rappresenta l’impegno delle associazioni salesi, senza le quali tanti eventi non sarebbero possibili, e dell’Amministrazione comunale».

Tra le manifestazioni principali, Stocchi ha ricordato il Festival della Malvasia, i tornei di baseball e di volley. Ci sono poi quelle legate alle ricorrenze, come le tre giornate dedicate a Maria Luigia, che due secoli fa acquistò il Casino dei Boschi, e quelle particolari, come il Festival della Letteratura “Matti, lunatici padani” sulla narrativa emiliana, organizzato nei cinque comuni dell’Unione Pedemontana. Quest’anno, poi, durante il periodo estivo si intensificheranno anche gli appuntamenti organizzati dai negozianti del Centro Commerciale Naturale.

Un’altra peculiarità delcalendario, sottolineata dal vicesindaco Ronchini, è la “diversificazione” dell’offerta: «C’è l’imbarazzo della scelta, con eventi culturali e sportivi per tutte le età e per tutti i gusti. L’obiettivo è quello di animare sempre di più il nostro paese e questo è possibile grazie ad un tessuto di associazioni che ritengo unico».

«Oltre a eventi che attiranomaggiormente un pubblicolocale, ci sono iniziativeche richiamano visitatorianche da lontano – ha osservato l’assessore Merusi – ComeUnione Pedemontana abbiamoaderito al progetto regionale “Destinazione Emilia”, che ha riconosciuto il Festivaldella Malvasia come un importanteevento turistico».

Pubblicato il mercoledì 13 marzo 2019
Aggiornato il martedì 20 agosto 2019