Open      

Sportello Federconsumatori in Comune: 60 famiglie salesi hanno chiesto aiuto

Sportello Federconsumatori in Comune: 60 famiglie salesi hanno chiesto aiuto

Sono circa sessanta le famiglie che dal 2018, anno in cui è stato attivato il servizio, si sono rivolte allo Sportello Federconsumatori aperto ogni primo e terzo lunedì del mese dalle 9 alle 12 all’interno del Municipio di Sala Baganza.

Tante le richieste che le persone rivolgono allo Sportello Fedeconsumatori, ormai un punto di riferimento per la cittadinanza: c'è chi è rimasto isolato a causa di un guasto alla linea telefonica che non riusciva a farsi riattivare; chi ha ricevuto bollette salatissime rivelatasi nel giro di 48 ore un clamoroso errore; chi ha sottoscritto un contratto con gestori di servizi senza rendersene conto, oppure che ha avuto bisogno di aiuto per districarsi nei meandri della burocrazia.

Lo sportello ha già assistito tante famiglie, perlopiù composte da persone anziane, cadute nella rete delle tante offerte commerciali che arrivano quotidianamente per telefono, per posta o attraverso il porta a porta. Offerte sulle quali l’associazione a tutela dei consumatori fornisce una consulenza completamente gratuita attraverso la procuratrice legale Alessia Ziveri, in un ambiente riservato.

E l’attenzione alla privacy è importante, «perché – spiega Ziveri – spesso le persone, soprattutto anziane, provano un senso di vergogna e faticano a chiedere aiuto. Ma capita a tutti di fare uno sbaglio, di dire un “sì” di troppo al telefono o di ritrovarsi tra le mani un prodotto che non è quello che si desiderava acquistare – sottolinea la consulente di Federconsumatori – In questi casi occorre intervenire tempestivamente, anche perché, come accade per esercitare il diritto di recesso da un contratto, restituire la merce acquistata o far valere una garanzia, ci sono dei termini da rispettare».

Ziveri ricorda, ad esempio, il caso sfortunato di un telefonino che si è rotto il giorno prima della scadenza della garanzia. L’azienda produttrice non ne voleva sapere di ripararlo, ma è bastata una lettera «piuttosto dura», per ottenere in tempi rapidi la sostituzione gratuita del prodotto. «Il mio invito – conclude Ziveri – è di farsi avanti, di non avere paura: a volte basta poco per risolvere certi problemi e non bisogna farne un dramma».

Il servizio di Federconsumatori «rappresenta un altro, importante tassello del processo di riorganizzazione dello sportello multifunzionale del Comune di Sala Baganza – spiega la responsabile del Servizio Affari Generali Roberta Favilli Uno sportello creato per venire sempre più incontro alle esigenze dei cittadini, dove si può ad esempio chiedere aiuto per attivare il proprio Fasciolo Sanitario Elettronico o ricevere una prima assistenza nel caso in cui si resti vittima di un reato, grazie al Servizio “Mai da soli” attivato in tutti i Comuni dell’Unione Pedemontana».

Il sindaco di Sala Baganza, Aldo Spina, sottolinea come tra le aspettative di questa collaborazione ci fosse «anche quella di sviluppare nella nostra comunità gli anticorpi necessari a fronteggiare certe situazioni, aumentando la cultura e la conoscenza. I risultati confermano che si sta andando nella direzione giusta – afferma il primo cittadino – e auspichiamo che, anche grazie al passaparola, questo servizio venga sempre più utilizzato».

Per ricevere maggiori informazioni sullo sportello Federcunsumatori o chiedere un appuntamento, è possibile contattare Federconsumatori al numero 0521 508949 o inviare una mail a segreteria@federconsumatoriparma.it.

Pubblicato il giovedì 21 febbraio 2019
Aggiornato il lunedì 1 aprile 2019