Open      

Scuola materna più sicura ed ecologica

Scuola materna più sicura ed ecologica

Terminati gli interventi di consolidamento sismico dell’edificio destinato alle attività didattiche, realizzati nell’estate 2017, e ultimata la sistemazione del parco giochi in erba sintetica tornato fruibile dalla scorsa primavera, per la scuola per l’infanzia statale Balbi Carrega di Sala Baganza è ancora tempo di cantieri.

La settimana scorsa sono infatti iniziati i lavori di miglioramento del sistema antincendio e di efficientamento energetico, per un totale di oltre 200mila euro, che si concluderanno entro l’inizio dell’anno scolastico.

Il sistema antincendio verrà alimentato direttamente dall’acquedotto, permettendo una maggiore sicurezza dell’impianto grazie alla dismissione della cisterna interrata e del meccanismo di pompaggio. Meccanismo che oltre ad essere più complesso, quindi maggiormente esposto al rischio di avarie, necessitava di costose manutenzioni. Un intervento non da poco, sul quale il Comune ha investito 32mila euro, che permetterà di avere a disposizione tutta l’acqua necessaria e ad una pressione ottimale.

La Balbi Carrega, poi, consumerà molta meno energia, grazie ai lavori che inizieranno a fine agosto, per un totale di 170mila euro, che prevedono la coibentazione di solai e sottotetti, la sostituzione della vecchia caldaia con una a condensazione, l’installazione di sonde per una migliore regolazione del riscaldamento e la sostituzione del 90 per cento dei serramenti con infissi più moderni e performanti, che miglioreranno sensibilmente l’indice di prestazione energetica dell’edificio.

«Dal prossimo anno la scuola risparmierà, rispetto a prima, l’energia equivalente prodotta da 6 tonnellate di petrolio», ha affermato il sindaco Aldo Spina al termine di un sopralluogo con Cristina Muzzi, responsabile Area Opere Pubbliche e Progettazione del Comune di Sala Baganza.

«Si tratta di interventi che miglioreranno la vivibilità e la sicurezza degli spazi – ha aggiunto il primo cittadino – e, per quel che riguarda l’efficientamento energetico, non andranno a pesare sulle casse del Comune: i lavori sono stati infatti appaltati con sistema innovativo, in linea con le direttive europee».
Sistema che permette di costituire un rapporto tra l’ente pubblico e un’impresa specializzata che si fa carico di realizzare gli interventi, avendo poi la possibilità di gestire l’impianto per un certo numero di anni, in questo caso 17.
L’impresa recupera gli investimenti incamerando quanto viene risparmiato in bolletta, i contributi europei e gli incentivi messi a disposizione dallo Stato che spetterebbero al Comune che in questo modo migliora il suo patrimonio immobiliare a costo zero, garantendosi nel tempo un risparmio costante.
Lo stesso meccanismo utilizzato dall’Amministrazione salese per la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica con lampade a led.

«Si tratta di ulteriori interventi per il miglioramento della qualità dell’edilizia scolastica – ha sottolineato l’assessore ai Lavori pubblici e al Patrimonio Nicola Maestri –, che porterà benefici immediati per i bambini e i docenti, permettendogli di lavorare in ambienti più confortevoli e sicuri».

Interventi che vanno ad aggiungersi ai 430.000 investiti per il miglioramento sismico e ai 20mila impiegati per il parco, che grazie all’erba sintetica e al sottofondo drenante, sarà fruibile anche durante la stagione invernale.

Pubblicato il giovedì 16 agosto 2018
Aggiornato il giovedì 30 agosto 2018