Open      

Più attenzione alla popolazione canina

Più attenzione alla popolazione canina

Oltre mille cani, 1.005 per la precisione, per tremila famiglie. I cittadini di Sala Baganza amano gli amici a quattro zampe. Un amore che però porta con sé impegni e obblighi, come ricordano alla popolazione il sindaco Aldo Spina e i funzionari di Rescue Dogs e del Canile della Martinella, che in convenzione con il Comune svolgono le attività di controllo del randagismo. «La popolazione canina a Sala Baganza è cresciuta notevolmente in questi anni – sottolinea il primo cittadino -. Una comunità nella comunità che va gestita con responsabilità e consapevolezza. Come Amministrazione comunale abbiamo avviato una partnership con Rescue Dogs e il Canile della Martinella per la gestione dell’attività di controllo del randagismo, che l’anno scorso ha permesso di riconsegnare ai legittimi proprietari 19 cani nel giro di poche ore».

Il problema oggi non è più il randagismo, ma la mancata custodia, come spiega Roberta Favilli, responsabile dell’area Affari generali del Comune salese: «Per contrastare il fenomeno è stato modificato il regolamento di polizia urbana che prevede sanzioni pecuniarie per l’omessa custodia. È necessario che i proprietari dei cani non si limitino a fare il microchip dal veterinario ma li vengano ad iscrivere all’anagrafe canina per fornire elementi sulla loro provenienza».

C’è poi la questione, tutt’altro che secondaria, degli amici a quattro zampe che provengono da altre regioni. «L’ottima collaborazione tra noi, Comune e Martinella, ha permesso di contrastare questo tipo di problema – spiega Jair Zurolo, responsabile di Rescue Dogs –. Occorrono scelte consapevoli anche in tema di adozioni, che possono essere riconosciute soltanto dai centri autorizzati».

Il responsabile sanitario della Martinella, Gianfranco Ceresini, sottolinea che ogni settimana quelli provenienti da altre regioni sono una sessantina: «Certe storie fanno breccia nel cuore delle persone, ma poi si portano a casa cani che non si sa da dove provengano, con patologie nascoste. Gli animali possono trasmettere malattie agli uomini. Per questo, quando se ne trova uno vagante bisogna chiamare chi professionalmente è in grado di gestire e di avvicinarlo».

Il servizio di recupero, grazie ad un’apposita convenzione con il Comune, a Sala Baganza viene svolto gratuitamente da Rescue Dogs, ma ci sono alcune regole da osservare. Per esempio, se un animale rimane vittima di un incidente, occorre lasciarlo dov’è chiamare immediatamente il personale autorizzato per il suo recupero. Se lo si porta altrove, infatti, l’intervento non sarà più gratuito.

Pubblicato il mercoledì 28 febbraio 2018
Aggiornato il mercoledì 28 marzo 2018